Parigi attaccata stanotte da terroristi, lumini accesi e #Porteouverte per esprimere vicinanza

Spread the love

Attentati terroristici simultanei a Parigi nella nottata del 13 novembre. Si parla di oltre 127 vittime. “Allah è grande” gridano, mentre sparano e si fanno saltare in aria. Nel campo dello Stade de france, per una partita amichevole Francia- Germania, dove era presente il presidente Hollande fatto subito evacuare, sono state lanciate delle granate che hanno seminato il panico tra i 50mila spettatori. Al Teatro Bataclan, durante un concerto rock, dove tre terroristi si sono fatti saltare in aria, mentre il quarto è stato eliminato dalla polizia.

Un attacco di un uomo a viso scoperto che ha aperto il fuoco al café Le Carillon de Rue Bichat e al ristorante Le petit Cambodge. Tra 12 e 14 i morti. Un altro terrorista è stato ucciso in boulevard Voltaire. Contemporaneamente in rue de Charonne (XIe arrondissement)  due uomini hanno fatto fuoco nel bar La Belle équipe, che si trova tra rue Charonne e rue Faidherbe. 19 i morti.paris carillon

1500 militari sono stati mobilitati a Parigi. Il presidente francese François Hollande ha dichiarato lo stato di emergenza e chiuso le frontiere: “Dobbiamo difenderci”, ha detto in diretta tv. EPA/ETIENNE LAURENT

La Tour Eiffel è stata spenta in segno di lutto. Lumini accesi nelle vetrine dei negozi e porte aperte tra gli abitanti delle vie dove sono avvenute le sparatorie: per accogliere i bisognosi si è lanciato l’hashtag #PorteOuverte su twitter.

François Hollande ha dichiarato tre giorni di lutto nazionale.

 

L’état d’urgence, cos’è.

In Francia può essere dichiarato  con decreto del Consiglio dei Ministri in caso di “pericoli imminenti risultanti da attentati gravi per l’ordine pubblico” e in caso di “avvenimenti che per la loro natura e gravità presentano carattere di calamità pubblica”. Il prefetto può vietare in questo caso “la circolazione di persone,veicoli in luoghi e orari prestabiliti e istituire zone protette dalla sicurezza o dove il soggiorno di persone è regolamentato”. Può stabilire quindi anche un coprifuoco, che si vieti il soggiorno o l’assegnazione di residenze a determinate persone, la chiusura di locali pubblici, il controllo, da decreto specifico, della stampa e delle pubblicazioni, delle radio, delle proiezioni cinematografiche e delle rappresentazioni teatrali. Infine lo stato d’urgenza permette di allargare le competenze della giustizia: le autorità amministrative possono praticare perquisizioni e la giustizia militare assume competenza.

thepinkfusion redazione

Pinkfusion22 è un sito culturale indipendente basato sulla narrazione del bello. Testimoniamo e narriamo con la professionalità dei giornalisti, vagliando le fonti, approfondendo le notizie. Dietro e a volte davanti alla telecamera c'è Sara, giornalista pubblicista e dottore di ricerca in Letteratura. Talvolta contribuiscono i redattori Giulio e Marco e disegna la fumettista JFM.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento