Intervista a Moni Ovadia

Spread the love

Il 29 gennaio 2016, nell’ambito della conferenza “Memoria della Shoah e responsabilità presente” organizzata dalla Rete universitaria di Macerata con il patrocinio del Comune di Macerata per le celebrazioni del Giorno della Memoria (27 gennaio) abbiamo incontrato l’autore, attore, compositore e drammaturgo Moni Ovadia.

Servizio e montaggio di Sara Bonfili

 

ovadia1

Moni Ovadia è nato a Plovdiv in Bulgaria nel 1946, da una famiglia ebraico-sefardita. Dopo gli studi universitari e una laurea in scienze politiche ha dato avvio alla sua carriera d’artista come ricercatore, cantante e interprete di musica etnica e popolare di vari paesi. Nel 1984 comincia il suo percorso di avvicinamento al teatro, prima in collaborazione con artisti della scena internazionale, come Bolek Polivka, Tadeusz Kantor, Franco Parenti, e poi, via via proponendo se stesso come ideatore, regista, attore e capocomico di un “teatro musicale” assolutamente peculiare, in cui le precedenti esperienze si innestano alla sua vena di straordinario intrattenitore, oratore e umorista.

Filo conduttore dei suoi spettacoli e della sua vastissima produzione discografica e libraria è la tradizione composita e sfaccettata, il “vagabondaggio culturale e reale” proprio del popolo ebraico, di cui egli si sente figlio e rappresentante. Ha ricevuto molto premi e riconoscimenti, ha lavorato per cinema, tv e radio, ha fondato la Moni Ovadia Stage Orchestra.

Tra i suoi spettacoli:
Le Supplici (2015)
Oltre i confini – ebrei e zingari (2010) Il nostro Enzo … ricordando Jannacci (2014) Doppio Fronte (2014)
Prapatapumpa (2013)
AdessOOdessa (2013) Cantata greca (2012)< Shylock: Il Mercante Di Venezia In Prova (2009)
Oltre i confini – ebrei e zingari (2009)
Rabinovich & Popov (2009)
Il Registro dei Peccati (2009) Uno spasimo utopico (2008) La bella utopia (2007) Il compagno Rabinovic (2007)
Oylem Goylem (2003/2007)
Kavanàh (2006)
Le storie del Signor Keuner (2006) Shir Del Essalem (2005)
Es Iz Amerike! Cosa ci vuoi fare è l’America! (2005)
Di Goldene Medine (2004)

 

Sara Bonfili

Editorial manager del blog. Sara Bonfili è PhD in Italianistica e giornalista pubblicista. L'enciclopedismo umanista un tempo rendeva l'uomo felice, così le hanno insegnato a scuola. E pur essendo una donna, non ha ancora mollato.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento