Ultimo aggiornamento:

Il compleanno di ROSSINI

Categorie Arti & Musica
Spread the love

Le celebrazioni pesaresi per il compleanno di Rossini e il duecentenario del BARBIERE DI SIVIGLIA si chiudono proprio con quest’opera, diretta  il 29 febbraio dal M. ZEDDA al TEATRO ROSSINI.

Lunedì 29 febbraio alle 20.30 al Teatro Rossini Il barbiere di Siviglia diretto da Alberto Zedda chiuderà i dieci giorni di Celebrazioni dedicati dalla città di Pesaro al 224° compleanno di Gioachino Rossini con l’iniziativa Figaro qua, Figaro là. Atto prima, scena prima.

L’evento, in forma di concerto, è organizzato da Conservatorio Rossini, Accademia Rossiniana del Rossini Opera Festival, Comune di Pesaro, AMAT e Fondazione Rossini.

 

Il Maestro Zedda, che ha dedicato gran parte della sua vita agli studi rossiniani e autore dell’Edizione critica dell’opera di cui in questi giorni ricorre anche il bicentenario della prima esecuzione, dirigerà Orchestra e Coro del Conservatorio Rossini. “Magari non sarà il Barbiere perfetto” ha dichiarato Zedda, che dal 1989 dirige l’Accademia Rossiniana nell’ambito del Rossini Opera Festival. “ma di sicuro sarà il più fresco e giovane di tutti quelli che nel mondo celebreranno la duplice ricorrenza”.

Nello spirito del lavoro didattico svolto da Zedda a favore dei giovani artisti, nella compagnia di canto del Barbiere figurano talenti tra i più brillanti usciti delle ultime edizioni dell’Accademia Rossiniana: Sunnyboy Dladla (Conte d’Almaviva), Filippo Fontana (Bartolo), Cecilia Molinari (Rosina), Yunpeng Wang (Figaro), Dimitri Pkhaladze (Basilio). Al loro fianco, alcuni dei migliori allievi delle classi di Canto del Conservatorio Rossini: Giorgia Paci (Berta), Li Shuxin (Fiorello), Giuseppe Lamicela (Ambrogio) e Xue Tao (Un Ufficiale).

Nato nel 1869 per precisa volontà testamentaria di Gioachino Rossini, il Conservatorio pesarese, che porta il suo nome, ha iniziato i corsi accademici nel 1882 ed è uno dei più antichi e prestigiosi. Fin dagli inizi il livello artistico della scuola è stato garantito dalla presenza, in qualità di direttori, di alcuni tra i più importanti compositori italiani dell’epoca. Il primo fu Carlo Pedrotti, operista veronese che, per assumere il nuovo incarico, lasciò la direzione dell’Orchestra del Teatro Regio di Torino e condusse a Pesaro docenti di primissimo livello. A seguire, altri direttori di chiara fama furono i compositori Pietro Mascagni, Amilcare Zanella, Riccardo Zandonai, Lino Liviabella, Marcello Abbado. Tanti dei suoi allievi si sono distinti nel panorama musicale internazionale, a dimostrazione della serietà e dell’alta qualità degli studi effettuati. Tra gli allievi ‘storici’ del Conservatorio Rossini, basti ricordare Renata Tebaldi, Mario Del Monaco e il compositore Riz Ortolani.

Info e biglietteria

Teatro Rossini 0721 387620/1, Call Center 071 2133600, www.vivaticket; www.teatridipesaro.it; www.amatmarche.net.

 

 

 

Pesaro, 26 febbraio 2016.

Pinkfusion22 è un sito culturale indipendente basato sulla narrazione del bello. Testimoniamo e narriamo con la professionalità dei giornalisti, vagliando le fonti, approfondendo le notizie.
Dietro e a volte davanti alla telecamera c'è Sara, giornalista pubblicista e dottore di ricerca in Letteratura.
Talvolta contribuiscono i redattori Giulio e Marco e disegna la fumettista JFM.

Lascia un commento