Spread the love

Venerdì 25 novembre, ore 21.45.
Chiara Pancaldi – voce // Cyrus Chestnut – piano // Darryl Hall – contrabbasso // Bern Reiter – batteria

Una collaborazione che si è consolidata negli anni fino a consegnare al duo composto dalla voce italiana e dal pianista americano la fiducia incondizionata della critica internazionale e dei migliori club della scena mondiale.  Un concerto raffinato, appassionato, elegante che offrirà al pubblico un intenso viaggio in una selezione del songbook americano che si integra alla meraviglia con brani originali. Il prossimo concerto del Cotton Jazz Club Ascoli vedrà sul palco Cyrus Chestnut, pianista tra i più rinomati della scena americana, con Chiara Pancaldi, cantante italiana che ha trovato negli States la collaborazione con alcuni tra i migliori artisti del mondo. Con loro sul palco, venerdì 25 novembre, Darryl Hall (contrabbasso) e Bern Reiter (batteria).

Abbiamo chiesto alla cantante italiana, molto nota negli USA, di parlarci della sua musica e del concerto. Come definirebbe la sua musica?

Sincera. Quando salgo sul palco cerco di essere semplicemente me stessa, e di immergermi nella meraviglia di questa musica che vive nel qui e nell’ora.

Ci sono artisti che ha trovato di particolare ispirazione o da esempio per la sua formazione?

Sono tanti gli artisti che negli anni mi hanno dato ispirazione e continuano ad essere dei riferimenti per me… Impossibile elencarli. Ne scelgo uno tra tutti: Shirley Horn. Una cantante e pianista di incredibile sensibilità, rappresenta esattamente quello che cercavo di descrivere sopra e quello che mi piacerebbe, prima o poi, raggiungere o a cui vorrei anche solo avvicinarmi: una musicista sincera e che non ha mai avuto bisogno di dimostrare nulla nella sua arte.

Gran parte della sua esperienza artistica coinvolge musicisti americani. Come mai?

Amando tantissimo questa musica, che è espressione artistica della cultura afroamericana, ho iniziato a frequentare quel mondo, e da lì tutto è partito. Bologna, la mia città natale, ha una grande tradizione di jazz e bebop, e molti musicisti americani negli anni hanno gravitato in zona, non è stato difficile quindi conoscerli, ascoltarli e frequentarli. L’incontro con Cyrus Chestnut è stato fondamentale, mi ha sin da subito molto sostenuto, appoggiato e spronato a proseguire e andare sempre più a fondo nella mia ricerca musicale.

contrabbasso

Che concerto deve aspettarsi il pubblico che sarà al Cotton jazz Club di Ascoli?

Un concerto divertente e, perdonate la ripetizione, sincero! Questo è il nostro obiettivo.

Che cos’è che le piace di più dell’essere una cantante, una musicista, un’artista?

La possibilità di crescere continuamente. La musica ti pone sempre davanti a nuove sfide, e non si può fingere, non perdona. Quindi sei costretto a lavorare molto su te stesso sia come musicista sia come persona. È anche una grande esperienza di condivisione profonda con i musicisti sul palco e con il pubblico.

Cotton Lab. Via del Commercio, Zona Industriale Marino del Tronto – venendo da Ascoli, 2 km dopo l’Oasi sulla destra.

Pinkfusion22 è un progetto di blog culturale indipendente, libero, basato sulla narrazione del bello, di ciò che ci appassiona. Prendiamo una telecamera e lo raccontiamo, con la presunzione di farlo bene e di insegnare cià che noi stessi abbiamo imparato. Migliorare è sempre possibile, e in questo mettiamo volontà e modestia. E' stato ideato da Sara, giornalista pubblicista e dottore di ricerca in Letteratura. Con lei i redattori Giulio e Marco. Ospita la fumettista JFM. Quando raccontiamo mettiamo la garanzia di veridicità e attendibilità. Perché così sono i giornalisti. I blogger, le presentatrici, i tester di prodotti, le promotrici di marche di cibo e vino sono professionisti, ma lavorano diversamente. Quando e se faremo una recensione a pagamento, saremo ben lieti di segnalarlo. Premiate la nostra professionalità.

Leave a comment