Un Montale inedito in “Amare un’ombra”

Un Montale inedito in “Amare un’ombra”

Nelle foto: gli assessori regionali Bravi e Sciapichetti e il consigliere Zura Puntaroni insieme al sindaco Piermattei e a Donella Bellabarba durante la recente visita alla mostra

Il cinquantesimo anniversario della pubblicazione degli “Xenia”, opera del poeta Eugenio Montale è lo spunto per la mostra settempedana “Amare un’ombra” dedicata al premio Nobel per la Letteratura del 1975.

E’ospitata nelle nuove sale della pinacoteca civica “P. Tacchi Venturi” e presenta la prima copia degli “Xenia” , accompagnata da inediti acquerelli, olii e disegni di Montale.

Gli Xenia, componimenti poetici dedicati da Montale alla moglie Drusilla Tanzi,vennero stampati dai maestri artigiani settempedani Folco e Narciso Bellabarba. E’ questo il motivo per cui è nata questa mostra proprio a San Severino, proposta dall’associazione Archivio storico tipolitografia “C. Bellabarba”, con il patrocinio del  Comune di San Severino Marche.

La mostra ha registrato alcuni giorni fa la visita degli assessori regionali all’Istruzione, Loretta Bravi, e alle Protezione Civile, Angelo Sciapichetti, che accompagnati dal consigliere regionale Luigi Zura Puntaroni, sono stati accolti dal sindaco di San Severino Marche, Rosa Piermattei, e dalla presidente dell’associazione Archivio storico tipolitografia “C. Bellabarba”, Donella Bellabarba.

A guidare la visita della delegazione regionale alla mostra “Amare un’ombra” è stata proprio Donella Bellabarba, figlia di Folco Bellabarba, che ha condotto l’incontro in teatro il 10 aprile intitolato “La rappresentazione delle donne nei media: analisi di pregiudizi e stereotipi. La cultura del dono”, con la scrittrice Lorella Zanardo e il filosofo e docente Roberto Mancini.

 

 

Nelle foto: gli assessori regionali Bravi e Sciapichetti e il consigliere Zura Puntaroni insieme al sindaco Piermattei e a Donella Bellabarba durante la recente visita alla mostra

thepinkfusion redazione
thepinkfusion redazione
Pinkfusion22 è un progetto di blog culturale indipendente, libero, basato sulla narrazione del bello, di ciò che ci appassiona. Prendiamo una telecamera e lo raccontiamo, con la presunzione di farlo bene e di insegnare cià che noi stessi abbiamo imparato. Migliorare è sempre possibile, e in questo mettiamo volontà e modestia. E' stato ideato da Sara, giornalista pubblicista e dottore di ricerca in Letteratura. Con lei i redattori Giulio e Marco. Ospita la fumettista JFM. Quando raccontiamo mettiamo la garanzia di veridicità e attendibilità. Perché così sono i giornalisti. I blogger, le presentatrici, i tester di prodotti, le promotrici di marche di cibo e vino sono professionisti, ma lavorano diversamente. Quando e se faremo una recensione a pagamento, saremo ben lieti di segnalarlo. Premiate la nostra professionalità.

Lascia un commento