Spread the love

Siena è una città che io definirei facile. Non nel senso di costumi, che pensate!  Ma nel senso di percorrenza e conoscenza.

Ma non vuol dire che è semplice, priva di antichità o approfondimenti. Vuol dire che dalle Marche, dove siamo noi, si arriva in poco più di un’oretta e mezza, si parcheggia bene, la si scopre con calma.

 

Da vedere, fino al 5 maggio 2019

Durer, Self potrait, Autoritratto.

in  Santa Maria della Scala  c’è la mostra  Una città ideale, Durer, Altdorfer e i maestri nordici dalla collezione Spannocchi a Siena.
Il progetto scientifico dell’iniziativa, curato dal Polo Museale della Toscana – Pinacoteca di Siena e dal Santa Maria della Scala è incentrato su un nucleo di opere appartenenti alla collezione Spannocchi Piccolomini, divise attualmente  tra Pinacoteca Nazionale e Museo civico di Siena e unite dallo stesso legame tematico, essendo tutte riconducibili alla scuola pittorica nordica.

E’ inoltre prevista la presenza all’interno del percorso espositivo di due opere di Albrecht Altdorfer provenienti dalle Gallerie degli Uffizi.

 

 

 

 

 

 

Piazza del Campo

Piazza del Campo, ambientazione  del famoso Palio, è il punto di passaggio obbligato per tutti, circondata da negozi di souvenir e locande, con la bella e altissima Torre del Mangia del Palazzo Pubblico.

Il Palazzo Pubblico è sede del Governo dei Nove e del Museo Civico.
L apizza ha una particolare forma quasi tonda ma in discesa, larga 333 metri, pavimentata con un disegno di mattoni rossi. Le zone che le 10 righe di travertino bianco suddividono sono 9 che simboleggiano i 9 governatori che hanno esercitato il proprio potere durante il “Governo dei Nove”, considerato a lungo uno dei governi più stabili e pacifici in Italia.

In questa piazza frequentemente si svolgono mercatini di antiquariato e souvenir, come ci è capitato di vedere.

Il Palio di Siena

E’la disfida di cavalli e cavalieri che si sovlge ogni anno il 2 di luglio ed il 16 di agosto. Nel Palio gareggiano le 17 Contrade: Aquila, Bruco, Chiocciola, Civetta, Drago, Giraffa, Istrice, Leocorno, Lupa, Nicchio, Oca, Onda, Pantera, Selva, Tartuca, Torre, Valdimontone.

Il Palio è uno spettacolo famoso nel mondo ma c’è da dire che ogni anno si ripetono le polemiche legate alla sua pericolosità oer uomini e animali. Ma tant’è, è folklore e storia, e non si discute.

 

Al lato della Piazza c’è la Fonte Gaia, una copia della fonte che Jacopo della Quercia scolpì tra il 1409 e il 1419.

Il Duomo di Siena

La chiesa di Santa Maria Assunta detta Duomo. Bellissima da fuori, che ricorda un po’ Santa Maria del Fiore a Firenze per il marmo bicolore, all’interno ha il Pulpito realizzato da Nicola Pisano; la navata sinistra, prima del transetto la Libreria Piccolomini, affrescata da Pinturicchio; dopo la Libreria c’è la Cappella Piccolomini, dove Michelangelo lavorò dal 1501 al 1504 scolpendo le 4 statue delle nicchie inferiori. Da non perdere anche il

 

Il Museo Civico

Va visto, si trova nel Palazzo Pubblico di piazza del Campo. Nel Museo Civico sono conservati alcuni dei più bei dipinti di scuola senese: nella Sala del Concistoro gli affreschi di Domenico Beccafumi, nella Sala del Mappamonto e nella Sala della Pace (o Sala dei Nove) poi vi sono dei veri capolavori: la grande Maestà e il ritratto equestre di Guidoriccio da Fogliano all’assedio di Montemassi di Simone Martini e le Allegorie del Buon e del Cattivo Governo di Ambrogio Lorenzetti, considerato uno dei maggiori cicli pittorici del Medioevo.

 

Dove dormire

In Toscana, a mio parere, devi dormire in un B&b o in un agriturismo. Per trovare un agriturismo adeguato vi consigliamo di spulciare questo link:http://www.agriturismointoscana.com/siena/

Pinkfusion22 è un progetto di blog culturale indipendente, libero, basato sulla narrazione del bello, di ciò che ci appassiona. Prendiamo una telecamera e lo raccontiamo, con la presunzione di farlo bene e di insegnare cià che noi stessi abbiamo imparato. Migliorare è sempre possibile, e in questo mettiamo volontà e modestia. E' stato ideato da Sara, giornalista pubblicista e dottore di ricerca in Letteratura. Con lei i redattori Giulio e Marco. Ospita la fumettista JFM. Quando raccontiamo mettiamo la garanzia di veridicità e attendibilità. Perché così sono i giornalisti. I blogger, le presentatrici, i tester di prodotti, le promotrici di marche di cibo e vino sono professionisti, ma lavorano diversamente. Quando e se faremo una recensione a pagamento, saremo ben lieti di segnalarlo. Premiate la nostra professionalità.

Leave a comment