Una mostra per conoscere l’arte di Roberto Moschini

Sabato scorso ha inaugurato una bella mostra che vale davvero la pena visitare. “Opere su papiro, pergamena e carta” del maestro Roberto Moschini, al Museo della carta e della filigrana in Largo Fratelli Spacca 6, a Fabriano (Ancona), fino al 17 marzo 2019. Roberto Moschini è nato a Fabriano nel 1937 e dal 1974 è

Umbria, scopriamo il Museo del Somaro

Volete scoprire un museo unico? Ecco il nostro racconto del Museo del Somaro di Gualdo Tadino, in provincia di Perugia, situato in una bianca palazzina medievale in via Calai 37. Inaugurato lo scorso settembre, vuole essere un simbolo del riscatto dell’animale più ricco di significati negativi della storia della letteratura e simbolo suo malgrado dell’ignoranza

rotterdam foto sarabonfili

Passeggiando per Rotterdam, i posti più belli in un documentario

A documentary about Rotterdam, filmed during the North Sea Jazz Festival. With an interview to the founder of the North Sea Round Town. A beautiful city and his surroundings. All the symbols: the pear, the Erasmusbrug (Bridge), the Piet Blom cubik houses, the Euromast tower, The Hotel New York and the bicycles! — An then,

Uno zio Vanja al Gentile di Fabriano

L’adattamento di Vinicio Marchioni e Letizia Russo è una narrazione più vicina al pubblico, e un monito più efficace per l’uomo di oggi -Servizio e montaggio di Sara Bonfili- Ambizione e disillusione, noia, stordimento, dimenticanza di sé, tentazione, amore non corrisposto, egoismo. Lavoro, famiglia, società. Temi e ambienti novecenteschi già anticipati da Anton Checov a

Il paesaggio della Val d’Orcia

Bagno VignoniIl paesaggio della Val d’Orcia nel sud della Toscana, la vallata attraversata dal fume Orcia, è inconfondibile per le sue caratteristiche: casali, rocche fortificate, borghi arroccati, filari di viti e cipressi sul culmine delle colline. La vista è ampia e il panorama di gran impatto, tanto che l’Unesco l’ha dichiarato patrimonio dell’umanità nel 2004.

Viaggio in Umbria, Spoleto

Siamo a Spoleto, questa perla dell’Umbria cosi visitata e nota anche all’estero, arroccata sul colle di Sant’Elia; ci arrampichiamo in alto, fino alla rocca albornoziana, per poi scoprire altri scorci. Il Duomo con la sua piazza, la chiesa di S. Maria della Manna d’Oro, ora Battistero, il teatro Caio Melisso, il teatro Ronconi, Palazzo Bufalini;