Un vero riconoscimento per i suoi 50 anni di carriera: Enrico Rava è stato insignito dell’Onorificenza di Cavaliere dell’Ordine al Merito della Repubblica italiana.

Un riconoscimento che aggiunge ulteriore valore a questo anno particolare, celebrato dall’artista con il tour mondiale Enrico Rava 80th Anniversar – Special Edition, iniziato ad aprile e organizzato per festeggiare il suo ottantesimo compleanno, che compirà il prossimo 20 agosto. Nelle numerose date che toccheranno, oltre all’Italia, anche Belgio, Germania, Lussemburgo, Polonia, Stati Uniti e Argentina, Enrico Rava ha voluto raggruppare i musicisti che più gli sono stati vicino negli ultimi anni, per rivisitare i brani più significativi della sua carriera, rivisti in un’ottica odierna e interpretare nuove composizioni scritte per questa occasione.

L’Onorificenza italiana si aggiunge ad altre ricevute negli anni passati all’estero. Infatti, Enrico Rava è stato nominato anche Chevalier des Arts et des Lettres dal Ministero della Cultura francese e Doctor in Music Honoris Causa alla Barkleee School of Music di Boston. Infine, è cittadino onorario della città di Atlanta in Georgia.

Sono passati ormai più di 50 anni da quando Enrico Rava apparve, dapprima sulla scena italiana e poi in quella mondiale, collaborando con artisti del calibro di Gato Barbieri e Steve Lacy, con cui passò una breve stagione a Buenos Aires insieme ai sudafricani Johnny Dyani e Louis Moholo. Poi venne il lungo soggiorno a New York dove collaborò con artisti come Roswell Rudd, John Abercrombie, Cecil Taylor, tra i tanti. Negli anni settanta il rientro in Italia e un inanellarsi di concerti e dischi con i gruppi a suo nome, l’incontro con l’Opera, da lui rivisitata in due splendidi album e quello con il Pop di Michael Jackson, la sua predisposizione a scoprire giovani talenti: nel corso degli anni Massimo Urbani, Paolo Fresu, Stefano Bollani, Gianluca Petrella, Giovanni Guidi, Francesco Diodati. E le collaborazioni con tanti artisti tra cui: Lee Konitz, Richard Galliano, Pat Metheny, John Scofield, Dave Douglas, Geri Allen, Miroslav Vitous, Philip Caterine, Tomasz Stanko, Michel Petrucciani, Joe Lovano.

Uscito a inizio mese nella collana ‘presents’, dedicata ai nuovi talenti di CAM Jazz. Ecco il EMANCIPATION, il primo disco da leader del batterista classe 1989 Alessandro Rossi. Rossi ha studiato e da privatista con Stefano Bagnoli. Ormai la sua è una carriera lanciatissima: ha già collborato come sideman con Enrico Rava, Paolo Fresu, Fausto…Continua a leggere “Cam Jazz presenta Emancipation di Alessandro Rossi”

Rava in Giappone! Iniziato il tour del jazzista Enrico Rava il 15/12 a Tokyo, nell’Istituto di Cultura di Tokyo. Accompagnato per la prima volta da una formazione tutta nipponica, composta dalla pianista Makiko Hirabayashi, dal contrabbassista Seigo Matsunata e dal batterista Yoshigaki Yasuhiro, Rava porta in tour un repertorio composto interamente da suoi brani. In…Continua a leggere “Enrico Rava and Japanese Friends”

Terremoto centro Italia: per Unicam #ilfuturononcrolla  MORROVALLE (MC) – #ilfuturononcrolla per chi ci crede. Nella nostra zona duramente colpita deal terremoto è tempo di reazione. Due realtà culturali e associative del territorio, Euritmia e Musicamdo Jazz portano all’Auditorium Borgo Marconi di Morrovalle  sabato 12 novembre alle 21.00 Enrico Rava, Matthew Herbert e Giovanni Guidi. Il…Continua a leggere “Rava electric: concerto per la campagna #ilfuturononcrolla”

E’ appena stato presentato in anteprima alla 12.ma edizione del Biografilm Festival di Bologna nella sezione BIOGRAFILM MUSIC “Enrico Rava. Note necessarie”, il documentario musicale di Monica Affatato, sul percorso umano e professionale del trombettista compiuto dagli anni Sessanta fino ad oggi, e sulla società che si è andata trasformando insieme alla sua musica. Abbiamo…Continua a leggere “Intervista a Monica Affatato, regista di “Enrico Rava. Note necessarie””