Orfeo Tamburi nasce a Jesi nel 1910 dove consegue il diploma presso l’Istituto Tecnico nel 1926. Grazie ad una borsa di studio, si stabilisce a Roma nel 1928 dove si iscrive al Liceo Artistico di via Ripetta e in seguito all’Accademia di Belle Arti dove incontra Ennio Flaiano e Vincenzo Cardarelli. Effettuando un viaggio a Parigi, dove visita musei e gallerie, scopre la pittura di Cèzanne. Tra le nuove amicizie di questo periodo ci sono il poeta Giuseppe Ungaretti e il regista Marcello Pagliaro. Negli anni ’40 inizia a collaborare con diversi teatri romani e gli viene commissionata la decorazione dell’atrio del Teatro all’EUR con la Storia del Teatro dalle Origini al Melodramma, di cui vennero realizzati solo i 6 cartoni preparatori. Nel 1941 invece disegna figurini e scene per una ripresa de “La sacra rappresentazione di Abrham e Isaac” di Feo Belcari. Dal 1947 risiede a Parigi e compie molti viaggi in Olanda, Belgio, Spagna, Londra, Napoli e Pompei, mantenendo però sempre saldi i contatti con l’ambiente romano.
Nel ’51 partecipa come attore protagonista al film “L’invidia” di Roberto Rossellini. Agli inizi degli anni ’60 compie un importante viaggio in America, come inviato speciale della rivista newyorkese “Fortune” con l’incarico di ritrarre alcune città americane.

Nel 1964 dona alla Pinacoteca Civica di Jesi numerosi disegni, guazzi, litografie. Nel 1969 a Jesi fonda il “Premio Città di Jesi – Rosa Papa Tamburi” dedicato alla madre. Nel 1971 riceve la Medaglia d’Oro di Prima Classe al Merito alla Cultura dal Presidente della Repubblica e nel 1975 il Premio Internazionale “Città Eterna” a Roma. Nello stesso anno a Jesi si svolge la prima edizione del “Rosa Papa Tamburi” e l’artista jesino pubblica “Quaderno del pittore”. Muore a Parigi nel 1994.

13 febbraio 2018

Orfeo Tamburi, jesino doc

Orfeo Tamburi nasce a Jesi nel 1910 dove consegue il diploma presso l’Istituto Tecnico nel 1926. Grazie ad una borsa di studio, si stabilisce a Roma […]
28 gennaio 2018

Viaggio nelle collezioni di Palazzo Pianetti a Jesi

Il settecentesco Palazzo Pianetti ospita la PInacoteca Civica di Jesi. Ma anche opera d’rte contemporanea, quindi una collezione d’arte che va dal ‘400 ai giorni nostri. […]
8 dicembre 2017

La mostra su Gramsci
“Odio gli Indifferenti”

Ha aperto il primo dicembre la mostra “Odio gli indifferenti” a Palazzo Santoni di Jesi, dedicata a Gramsci. Organizzata dall’Istituto Gramsci Marche – sezione Jesi e […]
2 dicembre 2017

Stupor Mundi, Federico II raccontato
in un museo multimediale

Se il luogo nativo è oggetto di spontaneo amore ed affetto indifferentemente da tutti gli uomini; se l’amore della Patria natale spinge tutti con la sua […]
8 agosto 2017

Jesi Jazz Festival 2017

   Jesi Jazz Festival 2017 al via con il concerto della Colours Jazz Orchestra e Roberto Zechini Chitarreto Quartet, lunedì 7 agosto in Piazza della Repubblica. […]
30 giugno 2017

Festa per il Museo dedicato a Federico II: #stupormundi

Sabato 1 luglio dalle ore 17 a Jesi l’omaggio a Federico II Stupor Mundi nella piazza in cui è nato e dove inaugura il Museo multimediale […]