In occasione della XIII Conferenza delle 180 Città Creative UNESCO martedì 11 giugno 2019 il Makerspace della  presenta Coltivare la creatività? Scopriamo insieme come si fa! Dalle ore 16.30 alle ore 19.00 nella Sala “D: Pilati” della biblioteca si potrà partecipare gratuitamente ad un incontro interattivo con Adriano Parracciani, educatore, scrittore, esperto di apprendimento creativo, ed autore insieme a Raffaella Micheli di Cronache da Scratch e Cronache da Scratch 2, saga di racconti su personaggi che vivono all’interno del linguaggio di programmazione visuale più usato al mondo. Nel workshop si intrecceranno racconti, attività, spunti di riflessione su cosa si intende per creatività, perché svilupparla, come possiamo coltivarla, quali vantaggi e opportunità può trarne il singolo e l’intera comunità. Tutto si svolgerà in un clima di gioco e condivisione che aiuterà a sfatare stereotipi e luoghi comuni sul tema della creatività.
Adriano Parracciani è scrittore, educatore, maker. Cura la Scuola di Tecnologia e la Ricerca & Sviluppo EduTech in Codemotion. Ha una carriera ventennale nelle telecomunicazioni in aziende multinazionali. Ha partecipato a una missione spaziale dell’ESA e svolto attività professionali nel mondo della consulenza tecnologica e della formazione. Ha pubblicato due Coding Novel. In collaborazione con 

E il 10 giugno si apre sempre in Biblioteca Sassi la “Mostra degli illustratori della Bologna Children’s Book Fair”!

Prenderà il via lunedì 10 giugno alle 17.30, presso la Sezione Ragazzi “P. Bolzonetti” della Biblioteca Multimediale di Fabriano, la Mostra Illustratori della Bologna Children’s Book Fair. L’evento nasce in occasione della XIII Conferenza delle 180 Città Creative UNESCO ed è una collaborazione tra Biblioteca di Fabriano, Bologna Children’s Book Fair, Bologna Fiere, Comune di Bologna, Comune di Fabriano, Libreria Pandora, Città Creative UNESCO.
La Mostra Illustratori 2019 presenta 76 artisti provenienti da 27 Paesi (Brasile, Canada, Cina, Corea del Sud, Finlandia, Francia, Germania, Giappone, Iran, Irlanda, Italia, Lituania, Messico, Norvegia, Polonia, Portogallo, Regno Unito, Slovenia, Spagna, Svizzera, Taiwan, Turchia, Ucraina, Uruguay, Usa, Venezuela) ed è un luogo di incontro e confronto unico tra storie, culture, stili e tradizioni provenienti da ogni parte del globo. Un fiore all’occhiello per la biblioteca, che sarà una tappa di un tour internazionale di due anni tra prestigiosi musei, gallerie e biblioteche in tutto il mondo.

Fervono i preparativi per la XIII Unesco Creative Cities Network Annual Conference, il più importante evento internazionale del Network delle Città Creative UNESCO, che si terrà a Fabriano dal 10 al 15 giugno e riunirà nella città marchigiana i sindaci e le delegazioni delle 180 città del mondo che hanno identificato nella creatività un fattore strategico di sviluppo.
Tra i delegati italiani (i sindaci di Milano, Torino, Parma, Bologna e Carrara, con delegazioni provenienti da Francia, Spagna, Norvegia, Giappone, Arabia Saudita, Afghanistan, Filippine, Africa, Colombia, Messico e Brasile) si svilupperà un   dibattito sulle sfide delle città nel XXI secolo – emergenza ambientale, intolleranza, perdita d’identità e sviluppo sostenibile. 
La manifestazione sarà impreziosita dalla straordinaria esposizione del capolavoro giovanile di Leonardo “La Madonna Benois” che torna in Italia dopo 35 anni con un importante prestito del Museo Ermitage di San Pietroburgo, proprio in occasione della Conference Unesco e grazie all’impegno di Francesca Merloni, poetessa, ambasciatrice di buona volontà Unesco e ideatrice della manifestazione.
Il programma delle attività presenta un fitto calendario di eventi, incontri e tavole rotonde che vedranno partecipare tra gli altri: Enrico Letta, Romano Prodi, Ferruccio De Bortoli, Antonio Tajani, Daniel Gros, Giuseppe De Rita, Neri Marcorè, Nicola Piovani.
Un’opera di Gentile da Fabriano, il genius loci della città
Nei giorni della Conference Fabriano si trasformerà in un laboratorio a cielo aperto, animato dalle iniziative dei 7 padiglioni della creatività (strutturati sul modello di Expo Milano).
I Padiglioni sono suddivisi per cluster tematici in base alle categorie del Network: Artigianato e Arti Popolari, Design, Film, Gastronomia, Letteratura, Musica e Media Arts. Un Padiglione speciale “Rinasco”, realizzato con il supporto della Fondazione Merloni, sarà interamente dedicato alle città che hanno saputo reagire in seguito a catastrofi naturali o episodi di violenza umana. Un focus specifico sarà dedicato ai territori dell’Appennino colpiti dal violento sisma del 2016.

                                                                             …………..

L’UNESCO Creative Cities Network è un programma nato nel 2004 con l’intento di promuovere la conoscenza, la cooperazione e i progetti tra le città che hanno identificato nella cultura e nella creatività i propulsori del proprio sviluppo. Il fine è valorizzare capacità locali e incrementare la presenza di operatori culturali sui mercati nazionali e internazionali, attraverso collaborazione, condivisione di conoscenze, valorizzazione del patrimonio culturale.

Il Network riunisce oggi 180 Comuni, per un totale di 72 Paesi. Ogni città eccelle in un particolare campo della creatività: Artigianato e Arti Popolari, Design, Film, Gastronomia, Letteratura, Musica e Media Arts. Le città italiane che hanno ottenuto il riconoscimento di “Città creativa” sono nove e dal 2016 sono riunite in un coordinamento che rappresenta il “Sistema Italia” della creatività:

  • Bologna (Musica);
  • Fabriano (Artigianato e Arti Popolari);
  • Torino (Design);
  • Parma (Gastronomia);
  • Roma (Cinema);
  • Alba (Gastronomia);
  • Carrara (Artigianato e Arti Popolari);
  • Milano (Letteratura);
  • Pesaro (Musica).

 

Ecco le città del Network mondiale

ARTIGIANATO E ARTI TRADIZIONI POPOLARI
Afghanistan: Bamiyan

Arabia Saudita: Al Ahsa

Azerbaigian: Sheiki

Bahamas: Nassau

Benin: Porto Novo

Brazil: Joao Pessoa

Bulgaria: Gabrovo

Burkina Faso: Ouagadougou

Cina: Hangzhou, Jingdezhen, Suzhou

Ecuador: Chordeleg, Duran

Egitto: Aswan, Cairo

Filippine: Baguio City

Francia: Limoges

Giappone: Kanazawa, Sasayama

Giordania: Madaba

Haiti: Jacmel

India: Jaipur

Indonesia: Pekalongang

Iran: Isfahan

Italia: Carrara, Fabriano

Marocco: Tetouan

Messico: San Cristobal de Las Casas

Portogallo: Barcelos

Rep. Dem. Congo: Lubumbashi

Corea del Sud: Icheon

Thailandia: Chiang Mai

Togo: Sokodè

Tunisia: Tunisi

Turchia: Kutahya

USA: Paducah, Santa Fe

 

 

DESIGN
Argentina: Buenos Aires

Australia: Geelong

Austria: Graz

Belgio: Kortrijk

Brasile: Curitiba, Brasilia

Canada: Montreal

Cina: Pechino, Shangai, Shenzen, Wuhan

Danimarca: Kolding

EAU: Dubai

Finlandia: Helsinki

Francia: Saint Etienne

Germania: Berlino

Giappone: Kobe, Nagoya

Indonesia: Bandung

Italia: Torino

Lituania: Kaunas

Messico: Mexico City, Puebla

Scozia: Dundee

Singapore: Singapore

Spagna: Bilbao

Sud Africa: Cape Town

Corea del Sud: Seoul

Turchia: Istanbul

Ungheria: Budapest

USA: Detroit

 

 

FILM
Australia: Sydney

Brasile: Santos

Bulgaria: Sofia

Cina: Qingdao

Eire: Galway

Giappone: Yamagata City

Regno Unito: Bradford, Bristol

Italia: Roma

Macedonia: Bitola

Polonia: Lodz

Spagna: Terrassa

Corea del Sud: Busan

 

GASTRONOMIA
Bolivia: Cochabamba

Brasile: Belém, Florianopolis, Paraty

Cina: Macao, Chengdu, Jeonju, Shunde City

Colombia: Buenaventura, Popayan

Giappone: Tsuruoka

Iran: Rasht

Italia: Alba, Parma

Libano: Zahlè

Messico: Ensenada

Norvegia: Bergen

Panama: Panama City

Spagna: Burgos, Dénia

Svezia: Osterdund

Thailandia: Phuket

Turchia: Gaziantep, Hatay

USA: San Antonio, Tucson

 

LETTERATURA
Australia: Melbourne

Canada: Quebec City

Eire: Dublino

Estonia: Tartu

Germania: Heidelberg

Regno Unito: Norwich, Nottingham, Manchester

Iraq: Baghdad

Islanda: Reykjavik

Italia: Milano

Norvegia: Lillehammer

Nuova Zelanda: Dunedin

Olanda: Utrecht

Polonia: Krakow

Portogallo: Obidos

Repubblica Ceca: Praga

Russia: Ulyanovsk

Regno Unito: Edimburgo

Slovenia: Lubiana

Spagna: Barcellona, Granada

Sud Africa: Durban

Corea del Sud: Bucheon

Ucraina: Lviv

Uruguay: Montevideo

USA: Iowa City, Seattle

 

 

 

 

 

 

 

MEDIA ARTS
Austria: Linz

Canada: Toronto

Cina: Changsha

Francia: Enghien Les Bains, Lione

Giappone: Sapporo

Inghilterra: York

Israele: Tel Aviv-Giaffa

Messico: Guadalajara

Portogallo: Braga

Senegal: Dakar

Slovacchia: Kosice

Corea del Sud: Gwanju

USA: Austin

 

MUSICA
Australia: Adelaide

Belgio: Gand

Brasile: Salvador

Capo Verde: Praia

Cile: Frutillar

Colombia: Bogotà, Colombia, Medellin

Corea del Sud: Daegu

Germania: Hannover, Mannheim

Giappone: Hamamatsu

India: Chennai, Varanasi

Inghilterra: Liverpool

Italia: Bologna, Pesaro

Jamaica: Kingston

Kazakhstan: Almaty

Messico: Morelia

Nuova Zelanda: Auckland

Polonia: Katowice

Portogallo: Amarante, Idanha a Nova

Repubblica Ceca: Brno

Rep. Congo: Brazzaville

Rep. Dem. Congo: Kinshasa

Scozia: Glasgow

Spagna: Siviglia

Corea del Sud: Tongyeong

Svezia: Norrkoping

USA: Kansas City

 

  SABATO 13 APRILE 2019, ore 17.00. La Fondazione Ermanno Casoli presenta PATRICK TUTTOFUOCO: THE RELAY.  Premio Ermanno Casoli Edizione Speciale 20 anni a cura di Marcello Smarrelli. In occasione dell’inaugurazione del MUSEO PREMIO ERMANNO CASOLI 1998-2007. Nel Complesso monumentale di Santa Lucia di  Serra San Quirico  si inugurerà il MUSEO PREMIO ERMANNO CASOLI 1998-2007. …Continua a leggere “La Fondazione Ermanno Casoli presenta Patrick Tuttofuoco”

Inizia con i “Mesi della creatività” la preparazione al meeting delle città creative Unesco di Fabriano, che sarà la città che ospiterà i delegati dal 10 al 16 giugno 2019. Come molti sapranno la città della carta del cuore delle Marche, designata città creativa Unesco per l’Artigianato e le Tradizioni Popolari, sarà la sede del…Continua a leggere “Fabriano si prepara al Meeting Unesco 2019, cine-forum a dicembre”

Fabriano e’ stata designata  dall’Assemblea Generale delle Città Creative, riunite in Enghien Les Bains in Francia, assieme al Segretariato UCCN e alla Direzione Cultura dell’UNESCO, la sede del il XIII Annual Meeting delle Città Creative UNESCO nel 2019. Fabriano è città creativa Unesco per l’Artigianato e le Tradizioni Popolari. Il progetto di candidatura è stato promosso dalla Fondazione Aristide Merloni,…Continua a leggere “Fabriano ospita il Meeting delle Città Creative UNESCO 2019”

Fabriano ha ricevuto nel 2014 il riconoscimento UNESCO per la creatività nell’ambito “Crafts and Folk Arts”. L’iniziativa dell’Unesco riguarda sette aree corrispondenti ad altrettanti settori culturali (Musica, Letteratura, Folk Arts, Design, Media Arts, Gastronomia e Cinema). Il riconoscimento UNESCO naturalmente, va mantenuto,  con iniziative in grado di valorizzare la città e azioni in rete con enti pubblici e…Continua a leggere “Fabriano è Creative City: dall’artigianato ai sapori marchigiani”